Usa, Sayoc avrebbe fabbricato i pacchi-bomba nel suo furgone


Cesar Sayoc avrebbe costruito i plichi-bomba all’interno del suo furgone. Lo affermano gli investigatori anche se c’ ancora molto da capire nel caso che ha tenuto in allarme l’America. E, intanto, stato intercettato un nuovo pacco in un centro postale di Atlanta, Georgia. Era destinato alla rete Cnn. Non chiaro – per ora – se sia collegato a precedenti episodi.

L’officina

L’esistenza dell’uomo dai mille mestieri e profili ha ruotato per molto tempo attorno al suo veicolo bianco, coperto di adesivi pro-Trump. Con pochi soldi, senza una casa, lo ha trasformato in rifugio: dicono che dormisse a bordo, per poi farsi la doccia in una palestra che frequentava. Infatti la polizia lo ha individuato sul van parcheggiato davanti ad un negozio a Plantation, in Florida. All’interno del mezzo la Scientifica ha recuperato numerosi reperti: materiale per saldare, componenti elettrici, stampante, buste. Le prove evidenti del legame tra l’arrestato i pacchi spediti ad una dozzina di personalit. dunque probabile che lo avesse trasformato in una sorta di officina rudimentale, sufficiente a mettere in atto il suo piano. Una figura, con una vita turbolenta e tanti fallimenti, che aveva scoperto la politica solo negli ultimi due o tre anni. Quasi una radicalizzazione, simile a quella dei jihadisti, ma in chiave xenofoba.

La tecnica

Gli agenti dovranno per scoprire dove l’accusato abbia imparato a costruire gli ordigni. Le autorit hanno ribadito che potevano esplodere e fare danni mentre, in precedenza, alcuni esperti avevano espresso dubbi sottolineando i numerosi errori tecnici compiuti dal terrorista fai-da-te. Possibile che Sayoc abbia studiato sul web, dove non mancano istruzioni per realizzare bombe artigianali. Le risposte sono necessarie non solo ai fini dell’inchiesta giudiziaria, ma anche per replicare alle infinite teorie cospirative che presentano l’intera vicenda come una provocazione.

29 ottobre 2018 (modifica il 29 ottobre 2018 | 15:37)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/esteri.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *