Trump taglia le tasse alla classe media: “Sono un nazionalista” –


Donald Trump è arrivato in Texas per sostenere la campagna elettorale di Ted Cruz, il vecchio nemico che adesso chiede una mano al presidente Usa per decollare nel voto per le elezioni di Midterm. E l’inquilino della Casa Bianca, già prima di partire per Houston, ha lanciato alcuni messaggi molto chiari. Il primo è l’annuncio dell’abbassamento delle tasse nei confronti della classe media.

Ho chiesto al Congresso un nuovo taglio delle tasse, ridurremo le imposte per la classe media di circa il 10%, la voteremo dopo le elezioni“, ha annunciato il presidente Usa. Inoltre, il leader repubblicano ha voluto sottolineare che questa riforma fiscale sarà solo rivolta alla classe media. Mentre nella scorsa manovra erano state le imprese a beneficiare del taglio, ora, dopo il voto del 6 novembre, sarà la classe media: il cuore pulsante dell’elettorato di Donald Trump.

Poi è arrivato il momento del comizio. E sul palco di Cruz, il presidente degli Stati Uniti ha lanciato un altro messaggio chiarissimo nei confronti del suo elettorato: “Sapete cosa sono? Sono un nazionalista“. È il Trump in formato elettorale, quello che è riuscito a scavalcare non solo i rivali del Grand Old Party, ma anche la candidata democratica Hillary Clinton. Un uomo da palcoscenico che sa come toccare le corde dell’America profonda. E in Texas, The Donald ha potuto farlo anche grazie a uno Stato che è da sempre una fortezza repubblicana.

Dal palco per la candidatura di Cruz, il presidente degli Stati Uniti non solo si è ribadito “nazionalista“, ma ha anche attaccato i democratici, rei, secondo Trump, di sostenere “i globalisti corrotti ed affamati di potere“. Parole che hanno infiammato la folla accorsa ad ascoltare Cruz e Trump, un tempo nemici e adesso uniti per la vittoria in Texas. “Come sapete abbiamo avuto le nostre difficoltà” ma oggi Ted “è un mio grande amico“, ha detto il presidente. “Sono onorato che il presidente sia qui per sostenermi e supportare la mia campagna. Sono ansioso di fare campagna con lui nel 2020“, ha detto Cruz. Un candidato umiliato più volte da Trump, ma che adesso ha un disperato bisogno dell’aiuto del presidente. I sondaggi danno il rivale democratico a pochi punti sotto il repubblicano. E in Texas, non si può perdere.



SITO UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *