Torino col Frosinone sull’altalena: vince 3-2 (ma il Gallo non canta)


Nella prova General accade un po’ di tutto. Il Torino batte 3-2 il Frosinone, prova il gusto del brivido, ma sale a quota 12. Ora ha facoltà di mettere l’Europa nel mirino.

Dopo un palo di Andrea Belotti è Tomas Rincon (detto El General) a sbloccare la partita. Lo fa con un destro da fuori area, che chiude con rabbia una rapida combinazione con Simone Zaza. Così il Toro batte anche la sindrome del primo tempo: nelle sette gare precedenti non aveva mai mai segnato nei primi 45’.

L’Euro-ottimismo nasce intanto guardando il campionato. I granata hanno fin qui affrontato tre della quattro italiane qualificate in Champions, con l’unica eccezione della Juventus (derby in programma il 15 dicembre). Un campionato fa era accaduto esattamente il contrario. E dopo 8 sfide di serie A i punti erano 13, classifica poi rimasta invariata fino all’undicesima giornata.

Nel primo tempo il vantaggio granata è legittimo, nella ripresa irrompono le emozioni. Daniele Baselli fa presto il 2-0 e chiede a chi lo aveva fischiato di tacere. È passato un minuto. Il Frosinone si sveglia. Un «blocco» di Raman Chibsah impedisce a Salvatore Sirigu di uscire ed Edoardo Goldaniga (13’) fa 2-1 dopo la zampata di Daniel Ciofani. L’arbitro Ivano Pezzuto consulta il «silent check», convalida e ammonisce Sirigu. Altri sei minuti, il Toro sonnecchia, Camillo Ciano fa 2-2.

Lo risveglia Mazzarri e soprattutto un gran gol di Alex Berenguer, e questa volta non c’è Var che tenga, finalmente la sua rete regolare è considerata regolare. Fa 3-2, quinto centro in campionato che arriva dal centrocampo. Contro i tre segnati dall’attacco, due da Belotti e uno da Zaza. La squadra di Mazzarri vince e sale. Quella di Moreno Longo non perde la faccia. E salva la panchina del suo allenatore.

5 ottobre 2018 (modifica il 5 ottobre 2018 | 22:34)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *