Renault, il futuro sono i robot-veicoli senza pilota –


Il presente è rappresentato dal Nuovo Kadjar

Renault porta al Mondial 2018 le sue idee di mobilità del futuro. Car sharing di vetture elettriche, servizi di consegna con veicoli a guida autonoma, robot-veicoli da noleggiare. Insomma, cʼè molta fantasia ma anche molta presenza con quelle che sono le tecnologie attuali. Quanto ai veicoli tradizionali, invece, spicca il nuovo Kadjar, rinnovato nello stile e negli interni e con nuove motorizzazioni benzina e diesel.

Il modello da non perdere, passeggiando allo stand Renault, è EZ-Ultimo, il robot-veicolo per un’esperienza di mobilità premium. Cʼè poi anche EZ-Pro, destinato agli operatori delle consegne nell’ultimo miglio, e cʼè EZ-GO, il robot-veicolo per la mobilità urbana condivisa. Tutto robotizzato, tutto gestito dalla rivoluzione digitale, tutto ecologico per via delle alimentazioni elettriche. A proposito di questʼultimo tema, a Parigi debutta Zoe Iconic, la serie speciale della city car elettrica Renault, già venduta in 110 mila unità in Europa dal 2012 a oggi. Zoe Iconic ha un tipo di selleria esclusiva nelle tonalità del grigio, abbinata alla carrozzeria esterna Gris Highland, e nuovi cerchi di alluminio da 17 pollici. Peccato che non la vedremo in Italia.

Sicuramente vedremo il Suv medio Kadjar, appena rinnovato e con maggiori contenuti di stile e di tecnologia. L’abitacolo è stato rivisitato per risultare ancora più piacevole nell’uso quotidiano. Soprattutto, però, debuttano le nuove motorizzazioni benzina e diesel più performanti e più efficienti, che rispettano gli ultimi standard UE in fatto di emissioni inquinanti. Inedito è il 1.3 TCe FAP, un turbo benzina da 140 o 160 CV, che introduce il filtro antiparticolato per i motori a benzina. È stato sviluppato in sinergia tra Renault e Daimler. A gasolio debutta invece la nuova generazione di motorizzazioni “Blue dCi”, con Kadjar che disporrà del 1.5 Blue dCi da 115 CV e del 1.7 Blue dCi da 150 CV, anche con trazione integrale.





SITO UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *