‘Ndrangheta, l’ex Juve Iaquinta condannato a due anni –


Vincenzo Iaquinta, ex attaccante della Juventus e della Nazionale, è stato condannato a due anni nel processo di ‘Ndrangheta Aemilia. Per lui la Dda aveva chiesto sei anni, per reati di armi. Il padre dell’ex calciatore, Giuseppe Iaquinta, accusato di associazione mafiosa, è stato condannato invece a 19 anni. Padre e figlio se ne sono andati dall’aula del tribunale di Reggio Emilia urlando «vergogna, ridicoli» mentre è ancora in corso la lettura del dispositivo. 

LEGGI ANCHE Detenzione abusiva di armi, perquisita l’abitazione di Vincenzo Iaquinta

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA



SITO UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *