La pubblicità choc di Bar Refaeli: “L’Iran è qui?” –


La super-modella israeliana Bar Refaeli fa ancora parlare di sé. Ma questa volta non per la sua bellezza, ma per una campagna pubblicitaria che ha scatenato una furiosa polemica in tutto lo Stato di Israele. Nei giorni scorso, la top-model classe 1985 è apparsa in prima pagina sul quotidiano Haaretz vestita con un velo integrale che lasciava vedere solo i suoi azzurrissimi occhi. Sotto la foto, una domanda: “L’Iran è qui?“. Non solo, l’intero Paese si è visto riempire di cartelloni pubblicitari con la stessa immagine ed è apparso anche un video sui profili social della modella.

La scelta del velo integrale islamico di Bar Refaeli e la domanda provocatoria sull’Iran hanno ovviamente scatenato le polemiche. Perché quello che potevs apparire come un messaggio politico, in realtà si è scoperto essere una pura e semplice campagna pubblicitaria per la casa d’abbigliamento di cui è testimonial e co-proprietaria: Hoodies. La campagna si chiama “Freedom is basic“, ossia “la libertà è basic”. E gioca sul fatto che “basic” indica anche il tipo d’abbigliamento.

Visualizza questo post su Instagram

יש לי אליך שאלה:

Un post condiviso da Bar Refaeli (@barrefaeli) in data: Ott 28, 2018 at 10:18 PDT

Ma la pubblicità non è piaciuta a molti, come si può vedere dai commenti sulla pagina Instagram della Refaeli. Anche perché il tempismo dell’uscita dei manifesti è stato tutt’altro che eccezionale: neanche 24 ore prima, a Pittsburgh, un fanatico aveva compiuto un massacro in sinagoga. E a molti non è piaciuto il paragone con l’Iran.

Come ricorda Libero, “nella polemica si è inserito anche il rapper ebreo iraniano Hatzel: ‘Mentre fai la donna d’affari, sappi che in Iran la donna è di proprietà dell’ uomo e non è considerata né mentalmente né legalmente uguale agli uomini’, critica il cantante, ‘Mentre brandisci la bandiera del liberalismo, sappi che in Iran le persone sospettate di avere relazioni omosessuali sono impiccate per strada e il loro corpo viene lasciato appeso finché non imputridisce. Quando una donna viene stuprata in Iran, la polizia ha il potere di costringere chi l’ha stuprata a sposarla, con o senza il suo consenso. Mi chiedi ancora se l’ Iran è in Israele?’“.





SITO UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *