Jamal Khashoggi, il giornalista saudita ucciso: «Lo hanno smembrato»


Il giornalista saudita Jamal Khashoggi stato ucciso su ordine di Riad. Lo riferiscono due funzionari di Ankara al New York Times, precisando che Khashoggi stato assassinato poche ore dopo il suo arrivo nel consolato saudita di Istanbul.

Il corpo di Khashoggi sarebbe stato smembrato con per trasportarlo fuori dall’ambasciata. Nei giorni scorsi il Washington Post aveva pubblicato le immagini delle telecamere a circuito chiuso. Nei video Khashoggi stato visto per l’ultima volta il 2 ottobre scorso proprio mentre entrava nella sede diplomatica saudita e, secondo il quotidiano Sabah, gli investigatori turchi hanno il forte sospetto che l’uomo si trovasse all’interno di uno dei due furgoni neri che hanno lasciato il consolato due ore piu’ tardi. I veicoli sono entrambi di propriet della missione diplomatica e uno dei due dispone di vetri oscurati. Secondo le testimonianze, i furgoni sono usciti dall’edificio che ospita il consolato insieme ad altri quatto veicoli, tutti con targhe del Corpo diplomatico .

come Pulp Fiction hanno detto al Times i due funzionari citando la pellicola cult di Quentin Tarantino e spiegando che lo scorso due ottobre, giorno della scomparsa del reporter, un gruppo di 15 rappresentanti sauditi, con ruoli di primo piano nel governo e nella Difesa, compreso un esperto di autopsie, sono arrivati a Istanbul con un volo charter: sono rimasti in citt per poche ore e hanno fatto una visita in consolato. Un’altra fonte ha detto al Nyt che i sauditi hanno registrato un video sull’uccisione del giornalista, che l’intelligence turca riuscita ad ottenere. Ai dipendenti turchi del consolato saudita lo scorso 2 ottobre stato detto di non andare al lavoro, secondo quanto riferito dal giornale Sabah. Il presidente turco Tayyip Erdogan stato informato sulle conclusioni dell’intelligence di Ankara mentre Riad continua a negare ogni responsabilit sull’accaduto.

Intanto la fidanzata di Khashoggi ha lanciato un disperato appello al presidente Donald Trump e alla first lady Melania. Imploro il presidente Trump e la first lady Melania affinch aiutino a fare luce sulla scomparsa di Jamal, ha scritto Hatice Cengiz sul Washington Post, quotidiano per il quale il reporter scriveva. Il giornalista, autore di molti articoli critici sul governo saudita scomparso dopo essere entrato nel consolato di Riad a Istanbul marted scorso.

10 ottobre 2018 (modifica il 10 ottobre 2018 | 10:37)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/esteri.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *