«Io, malata per lavare la sua tuta» –


«Eravamo convinti di aver toccato il cielo con un dito,
invece è stato l’inizio di un incubo chiamato
Isochimica».

Rosaria Azzarello è la prima vittima della cosiddetta
«esposizione da marito» a deporre in aula
nell’ambito del processo Isochimica. Affetta da patologia
asbesto correlata, Rosaria non ha mai messo piede nella fabbrica
killer di Borgo Ferrovia: la sua unica «colpa» è
stata quella di toccare, scrollare e lavare i panni da lavoro di
suo marito Michele Aversa, dipendente Isochimica spa dal 1983 al
1989, anche lui malato. Tanto le è bastato per ritrovarsi
oggi con 1100 particelle di asbesto nei polmoni. È quanto ha
confermato dinanzi al collegio presieduto dal giudice Sonia
Matarazzo durante l’udienza tenutasi, come sempre,
nell’aula bunker del carcere di Poggioreale a Napoli.

Ad interrogare la donna il procuratore Rosario Cantelmo per
un’escussione breve ma toccante. «Io e Michele ci siamo
sposati nel 1980, appena diciottenni. Quando tre anni dopo lui fu
assunto all’Isochimica, pensavamo di aver toccato il cielo con
un dito. Credevamo che quel lavoro avrebbe significato per noi la
svolta economica, invece è stato l’inizio di un incubo
che, per quanto mi riguarda, si è presentato in tutta la sua
crudeltà nel 2006». È in quell’anno infatti
che Rosaria deve sottoporsi ad un intervento presso una struttura
sanitaria senese. Tra un esame e l’altro, i medici si rendono
conto che i suoi polmoni sono completamente irradiati. Scatta
così il primo campanello d’allarme: «Tornata a
casa, a Salerno, mi sottopongo ad una broncoscopia per capire cosa
avessero i miei polmoni – ricorda – da lì mi rispediscono a
Siena per una biopsia in fibroscopia polmonare e un lavaggio
broncoalveolare. È così che ho scoperto di avere una
sarcoidosi polmonare asbesto correlata al terzo stadio. In tutto
gli stadi della mia malattia sono quattro».

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Se sei già un cliente accedi con le tue credenziali:



Sabato 27 Ottobre 2018, 12:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA



SITO UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *