Inter, Icardi in Champions senza paura: «Peccato non ci sia Messi»


La vittoria nel derby, la settima perla consecutiva infilata nella collana di successi nerazzurri, ha spinto alle stelle l’umore, esaltato la forza di una squadra capace ancora di prendersi la partita negli ultimi minuti, e soprattutto ha confermato l’indiscussa leadership di Mauro Icardi.

Sar ancora lui la stella polare da seguire a Barcellona, dove non ci sar l’infortunato Radja Nainggolan. L’argentino un illusionista, sparisce e riappare sempre nel momento giusto per punire gli avversari, come accaduto nel derby. In Champions ha esordito a settembre, ma gi una sentenza. cresciuto nel Barcellona (costretto a rinunciare all’infortunato Leo Messi), il club catalano per non ha creduto in lui, mentre sotto osservazione da tempo del Real Madrid. un peccato — ha detto Icardi intervistato da OndaCero— che Messi non ci sia, il pi forte del mondo, sempre stimolante giocarci contro. Per loro una grossa perdita e noi possiamo andarcela a giocare faccia a faccia.

L’Inter arriva alla sfida con la propulsione che solo una vittoria in un derby pu dare. Volevamo continuare a vincere dopo la sosta, era importante farlo, anche per arrivare a Barcellona con la giusta mentalit. Lo scudetto? Siamo l. La Juve per ha dimostrato di saper stare in vetta, da loro va preso esempio.

Messo nel mirino il Barcellona senza Messi, Icardi scansa le voci sul futuro. Il Real Madrid? Ci sono molte voci, ma all’Inter sono felice, quando arriveranno delle offerte le valuteremo.

La campagna di Champions stata finora decisamente positiva per l’Inter, attesa domani da una sfida suggestiva. La semifinale del 2010 l’ultimo incrocio con il Barcellona. Passarono i nerazzurri, per correre verso un Triplete storico. A Barcellona per sar una sfida senza due protagonisti. Se ai blaugrana mancher Messi, infortunato al gomito, l’Inter dovr rinunciare a Nainggolan. L’assenza del belga peser, il rischio di rivederlo dopo la sosta. Uscito nel derby per una distorsione alla caviglia sinistra dovr stare fermo di certo per un paio di settimane. Si prover a recuperarlo per la partita di ritorno con il Barcellona del 6 novembre, non detto sia gi a posto.

Spalletti al Camp Nou dovr ingegnarsi per la formazione, sono a rischio pure Brozovic e Perisic, non al meglio ma pi recuperabili. Dopo la vittoria nel derby Massimo Moratti, dai microfoni di Radio Anch’io, si lanciato in un paragone che fa sognare. Un po’ mi venuta in mente l’Inter del Triplete. Domani un’altra notte di stelle.

22 ottobre 2018 (modifica il 22 ottobre 2018 | 22:59)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *