Formula 1, Hamilton sorride: i cerchi coi buchi legali in Messico


Per il rush finale, domani sulla pista intitolata ai fratelli Rodriguez a Citt del Messico, Lewis Hamilton potr utilizzare i discussi cerchi con i fori sui mozzi. Introdotti a fine agosto, e via via evoluti, avrebbero risolto i problemi di surriscaldamento delle gomme. E li potr usare lasciando le fessure aperte e non sigillandole come era successo una settimana fa ad Austin per paura di contestazioni da parte degli avversari, cio della Ferrari. Per il britannico il quinto titolo sembra una formalit: gli baster arrivare 7 indipendentemente dal risultato di Sebastian Vettel.

Se l’aritmetica dalla sua parte, pi difficile pronosticare come terminer la querelle sui cerchioni. La questione delicata: in assenza di una direttiva tecnica la Federazione stata ambigua e ha lasciato al collegio dei commissari sportivi il potere di decidere se la soluzione della Mercedes sia legale o no. Lo ha fatto nelle settimane precedenti dando un parere ai team, fra i quali il Cavallino, che chiedevano delucidazioni in materia.

La tesi della Fia questa: le ruote della Mercedes generano effetti aerodinamici incidentali e trascurabili. In Messico gli steward hanno dato il via libera al loro utilizzo rispondendo a una richiesta di chiarimenti della scuderia anglo-tedesca. E spiegando che per le dimensioni ridotte e per la posizione dei fori il sistema ha funzioni di raffreddamento e non pu essere considerato come un’appendice mobile (vietata). Tutto chiaro? No, perch la giurisdizione dei commissari limitata al Messico, teoricamente gi dalla prossima gara in Brasile potrebbe essere tutto ribaltato da altri giudici. E in caso di reclamo ufficiale contro la decisione degli steward si pu ricorrere alla Corte Internazionale della Fia. Una carta estrema, che la Ferrari — magari attraverso un suo team alleato — potrebbe anche arrivare a giocarsi. Vedremo. Ecco perch la Mercedes prende tempo e non ha ancora scelto quali cerchi montare sulle monoposto di Hamilton e Bottas. L’ultima cosa che si augura un Mondiale sub-judice.

26 ottobre 2018 (modifica il 26 ottobre 2018 | 22:01)

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/sport.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *