è un immigrato del Gambia –


Preso il quarto presunto aguzzino di Desirée Mariottini. È un cittadino del Gambia di nome Youssef. A questo punto i membri del branco colpevoli di aver drogato e violentato per 12 ore la ragazzina di 16 anni di Cisterna di Latina sarebbero stati tutti catturati. Gli agenti della Squadra Mobile  hanno individuato il gambiano nei giorni scorsi vicino a Foggia. Anche per lui le accuse sono di omicidio volontario e violenza sessuale di gruppo.

LEGGI ANCHE «Desirée venduta per una dose»

Reati pluriaggravati: il branco ha drogato Desirée, di soli 16 anni, con un mix di sostanze letali, la ha stuprata per ore e poi la ha lasciata morire. Senza nessuna pietà, al culmine di un gioco feroce e letale. Lo hanno fatto «per divertirsi», sottolineano il procuratore aggiunto Maria Monteleone e il pm Stefano Pizza nel decreto con cui hanno disposto il fermo anche di altre tre persone, due senegalesi e un nigeriano. Mentre Youssef trascorrerà il primo giorno in carcere, domani mattina gli altri tre fermati verranno interrogati dal gip, che deciderà se convalidare il fermo e confermare la custodia cautelare.

 

Gli altri tre fermati sono Gara Mamadou, nato in Senegal il 20 novembre del 1991, Minteh Brian, nato in Senegal 19 agosto 1975 e Kima Alinno, 46enne della Nigeria. 


Venerdì 26 Ottobre 2018, 15:27 – Ultimo aggiornamento: 26-10-2018 15:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA



SITO UFFICIALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *