Due mesi fa moriva Daniza La protesta si sposta sulle piste da sci


Milano, 11 novembre 2014 – 14:13

La Ue ha assolto le autorit trentine per l’uccisione accidentale dell’orsa. I suoi cuccioli, rimasti soli, per ora stanno bene. Ma l’inverno incombe…

L’orsa Daniza con i suoi due cuccioli (Ansa)
L’orsa Daniza con i suoi due cuccioli (Ansa)

Era l’11 settembre, data per altri versi gi evocativa. Un comunicato della Provincia di Trento annunciava la morte dell’orsa Daniza, che dopo l’aggressione ad un cercatore di funghi nei pressi di Pinzolo il giorno di Ferragosto era in fuga con i suoi due cuccioli, ricercata in lungo e in largo nei boschi e nelle valli del Brenta, della Presanella e del versante trentino dell’Adamello. L’hanno individuata, fermata con un proiettile di narcotico, con l’intenzione di catturarla per rinchiuderla nel vivaio forestale del Casteller, un enclosure di 8 mila metri quadrati dove in passato era gi stata rinchiusa l’orsa Jurka e dove si trova ancora oggi Dj3, un’altra femmina, figlia della stessa Daniza e di un altro dei veterani del progetto Life Ursus, Jose. Anche Daniza, come Dj3, avrebbe dovuto trascorrervi il resto della sua vita. Ma il farmaco che doveva solo addormentarla ha finito con l’ucciderla. Tragica fatalit secondo le autorit che hanno gestito il caso (nei giorni scorsi anche la Ue ha definito corretta la procedura adottata in Trentino); cronaca di una morte annunciata per il fronte animalista che per tre settimane aveva sostenuto le ragioni della sua libert (e che ora cerca di tenerne vivo il ricordo affinch la sua sorte non tocchi ad altri).

Le polemiche

Sono trascorsi due mesi e le polemiche, anche se sotto traccia, non si sono del tutto sopite. Venuta meno la ribalta nazionale, la contrapposizione tra i comitati pro-Daniza e il fronte del no agli orsi a livello locale continua. In attesa dei risultati dell’inchiesta della Procura di Trento (aperta dopo la richiesta arrivata dal Corpo forestale dello Stato che si dissociato dalla cattura), i pareri non sono unanimi: c’ chi chiede di andare oltre e di continuare a lavorare per il progetto Life Ursus, accantonando le polemiche sulla disgrazia di Daniza, come emerge anche nelle interviste di Elisabetta Curzel nel video pubblicato qui sopra. Ma ci sono anche i due fronti nettamente contrapposti: quello di chi vede nell’opera di conservazione degli orsi un’opportunit e chi invece la considera un ostacolo allo sviluppo turistico, soprattutto quello invernale, il pi redditizio: nuove piste e nuovi impianti non vanno d’accordo con la salvaguardia dei boschi. Non un caso che nuove iniziative di protesta siano previste per l’apertura della stagione sciistica nel comprensorio di Pinzolo-Campiglio-Marilleva.

shadow carousel


L?orsa #Daniza uccisa in Trentino


Timori per i suoi cuccioli

Intanto resta la preoccupazione per la sorte dei due cuccioli di Daniza, rimasti senza la madre prima del completo svezzamento. L’ufficio stampa della Provincia di Trento ha fatto sapere che i due orsetti stanno bene, che continuano a muoversi in modo indipendente. Uno dei due animali dotato di radiocollare, l’altro stato individuato dalle trap-cam piazzate nei boschi della zona. Le immagini confermano le buone condizioni fisiche degli animali – spiegava la Provincia a fine ottobre – e, quindi, le valutazioni operate sulla base degli esiti della radiotelemetria e cio la tendenza dei due cuccioli a muoversi autonomamente occupando gran parte dell’areale a loro noto, la loro capacit di procurarsi alimenti nell’ambiente naturale e, elemento confortante, a mantenere un atteggiamento schivo nei confronti degli uomini. Diversamente dalla madre, insomma, non sarebbero considerati confidenti, ovvero avvezzi a contatti con gli umani, motivo che aveva portato alla decisione della cattura di Daniza (in un primo tempo si era parlato addirittura di abbattimento). Resta ora da capire se riusciranno a superare l’inverno: riusciranno a trovare una tana sicura? Il cibo che si sono procacciati da soli li ha alimentati a sufficienza per il letargo? Domande che fino alla prossima primavera resteranno probabilmente senza risposta.

11 novembre 2014 | 14:13

© RIPRODUZIONE RISERVATA




http://xml2.corriereobjects.it/rss/animali.xml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *