ugg non originali Rewind e la rivoluzione del colore

ugg replacement insoles Rewind e la rivoluzione del colore

PADOVA. La crisi sembra non dare tregua a nessuno, tanto meno alle imprese della nostra regione. Il calo dei consumi è evidente, ma c’è chi non solo non si scoraggia, ma tenta qualcosa di nuovo, usando il colore per sconfiggere il grigio di questo momento così triste per l’economia del nostro paese. Loro sono due padovani doc, Siro Toniolo, 38 anni e Luigi Fincato, 41, che, insieme all’udinese Sergio Louis Marega hanno da poco fondato un’azienda che si chiama Rewind. E il nome non è scelto a caso: il loro prodotto è una scarpa dalle linee retrò, che ci porta appunto indietro nel tempo per linee e modelli, ma che si riveste però di colori nuovi, brillanti. Una scarpa 100% made in Padova.

L’idea ci è venuta l’anno scorso, quando ho trovato fra le cose appartenute a mio padre un paio di vecchie scarpe: mi è scattata la voglia di rivisitarle in chiave moderna, mantenendo però le linee del passato racconta Fincato, responsabile creatività e produzione. Così, prendendo ispirazione da modelli ormai mitici come le Desert Boot di Clarks e Alden, abbiamo dato vita al nostro modello di scarpa. Per la manifattura ci siamo affidati ad un calzaturificio di Padova. I materiali utilizzati sono tutti di alta qualità: il suede, il sottopiede in bufalo, i lacci in cotone e la suola in micron rendono queste scarpe leggerissime (140 grammi circa) e traspiranti. Inoltre la cucitura Ideal, che lega insieme scarpa e tomaia, è fatta interamente a mano.

Abbiamo distribuito circa 3.000 paia in 35 punti vendita. Abbiamo privilegiato il Triveneto e Roma, dice Toniolo, responsabile marketing e comunicazione. A Padova le scarpe Rewind sono in vendita a 129 euro da “Prima Visione” in via Roma e “Frangipane” in piazza della Frutta. Una cifra che mette insieme perfettamente la qualità del prodotto e il suo prezzo, afferma Toniolo. Per la prossima stagione autunno/inverno è prevista la copertura di tutta

Italia, di parte dell’Europa e degli Emirati Arabi, con una produzione di circa 6.000 paia di scarpe. Abbiamo voluto investire in questa idea nonostante il momento di crisi economica. Obiettivi di fatturato? Ambiziosi: 500.000 euro per questo 2013. Una cifra importante, in barba alla crisi.
ugg non originali Rewind e la rivoluzione del colore