real ugg boots diritti negati e corruzione in ambito sanitario

infradito ugg diritti negati e corruzione in ambito sanitario

Polistena (Rc) via Pio La Torre 10

Dal 1 all agosto si terrà il campo di Illuminiamo la Salute rivolto amaggiorenni, studenti di corsi di laurea di interesse per le politiche sanitarie (es. medicina e chirurgia, farmacia, infermieristica, management sanitario, ingegneria clinica, economia sanitaria, medici ed operatori sanitari specializzandi o già operanti nel SSN, cittadini e rappresentanti delle loro associazioni). Il numero di posti è pari a 25 persone.

Illuminiamo la salute è un progetto congiunto di Libera, Gruppo Abele, Coripe e Avviso Pubblico che si prefigge di lavorare con gli operatori del Servizio Sanitario Nazionale attraverso un approccio legato alle tematiche connesse con la legalità e l in sanità affinché il percorso anticorruzione, da esse intrapreso, non si configuri solo come un adempimento formale.

Finalità del campo è quella di far luce sull del Sistema Sanitario e del Sistema Sociale. Un settore come quello sanitario, che si dedica alla cura e all delle persone fragili, ha bisogno di contare su un personale integro, dai comportamenti ineccepibili e dalle relazioni trasparenti. Preservare intatto il sistema sanitario significa mantenerlo coerente con la propria natura solidaristica e protetto da possibili infiltrazioni criminali.

Le conseguenze dell in ambito sanitario comporta molteplici aspetti: sottrae risorse all e ha immediate conseguenze sull di prestazioni e servizi sanitari, con ricadute sulla salute delle persone. Le ricadute economiche dell distrazione delle risorse altrimenti destinate alla cura delle persone, aumento del costo di un bene e servizio, alterazione delle condizioni della concorrenza e comportamenti sleali degli imprenditori e molto altro. Si andranno ad approfondire le misure di prevenzione dell nel SSN, fattori di rischio e strumenti di contrasto e contesto giuridico con alcuni casi emblematici.

Nel un bene confiscato polifunzionale Padre Pino Puglisi a Polistena Emergency ha attivato un poliambulatorio per offrire cure gratuite a persone indigenti e ai migranti. In collaborazione con questa realtà si andrà, quindi, ad approfondire il ruolo del volontariato di fronte alle difficoltà del SSN, scelte implicite di priorità rispetto ai bisogni insoddisfatti dal sistema pubblico evidenziando le fragilità trascurate dal sistema di welfare e di cui si occupa prevalentemente l soprattutto sul territorio della Piana di Gioia Tauro.

Il campo, vedrà una parte della giornata dedicata ai lavori all della cooperativa e una parte dedicata ai momenti formativi con esperti e testimoni privilegiati.

Il campo di volontariato, della durata di una settimana, inizia il lunedì pomeriggio e si conclude la mattina del lunedì successivo. La registrazione dei partecipanti avverrà il giorno dell alle ore 18.00.

Esso si articola nelle seguenti attività:

condivisione del lavoro agricolo su terreni confiscati alla mafia nella Piana di Gioia Tauro;

sessioni di formazione sui temi dell e della tutela dei diritti con esperti e testimoni significativi. Tutti gli incontri si terranno in un palazzo confiscato alla mafia a Polistena, ristrutturato e riconvertito in un polivalente intitolato alla memoria di Padre Pino Puglisi;

percorsi di conoscenza del territorio montano (Aspromonte) o di luoghi di mare.

Il lavoro consisterà in interventi di ripristino e bonifica di terreni non ancora produttivi ed eventuale realizzazione di impianti frutticoli; pulizia di uliveti e aranceti; eventuale messa a dimora di piantine.

Sono previste due tipologie di alloggio, l alternativa all in base alla disponibilità.

A) L dei volontari può essere una struttura scolastica, ubicata a Polistena, dotata di cucina, sala refettorio, bagni e docce, queste ultime allestite per l La sistemazione è semplice e spartana con le aule adibite a camere, dove sono allestite brande con materassi e cuscini. Le camere variano dai 6 ai 10 posti.

B)L può essere una struttura del bene confiscato, ubicata a Polistena, attrezzata per ricettività extra alberghiera, con cucina, sala refettorio, bagni, docce e camere da letto dai 4 agli 8 posti.

L non coincide con il luogo delle attività;

Gli spostamenti sul territorio avverranno tramite autobus della cooperativa Valle del Marro Libera Terra.

Il campo è attrezzato per portatori di handicap;

L prevista durante il campo è pensata anche per vegetariani/vegani previa segnalazione con un menù specifico, per i celiaci si richiede l in proprio per quanto riguarda la pasta od altri alimenti ritenuti opportuni;

La cucina è gestita prevalentemente dallo staff del campo. La preparazione dei pasti è gestita in collaborazione con i volontari, solo in alcuni momenti della settimana. E inoltre gradito il dono di un prodotto tipico da parte dei volontari, che verrà condiviso con tutti i partecipanti per rappresentare il proprio territorio.
real ugg boots diritti negati e corruzione in ambito sanitario