ugg of australia Jimmy Choo e Ugg

imitazioni ugg Jimmy Choo e Ugg

Glamour e comodit anti freddo: una delle novit per quest’inverno vede la collaborazione tra Jimmy Choo e il marchio australiano Ugg. Da questo connubio nata una collezione casual chic di cinque modelli in limited edition e in vendita dal 21 ottobre nei negozi e sul web che abbinano ai classici stivali in montone la creativit di Tamara Mellon, quasi fossero un trait d’union tra lo spirito easy della West Coast e quello modaiolo della East.

La Mellon, oltre ad essere la fondatrice del marchio Jimmy Choo, anche, per sua stessa ammissione, una grande fan di Ugg: “Oltre a Jimmy Choo, UGG Australia l’unico e solo altro marchio di scarpe che ho in guardaroba. Le metto a casa a New York, quando sono in vacanza a Malib e le porto via con me ogni volta che devo viaggiare in aereo” ha affermato la designer.

L’ incontro tra le due realt si esprime in primo luogo con le variazioni di colore: gli Ugg sono personalizzati con borchie d stelle,
ugg of australia Jimmy Choo e Ugg
fantasie zebrate o leopardate e frange.

Il modello di punta della capsule senza dubbio il Mandah: un boot impreziosito da occhielli argento e oro, borchie e grafiche glitterate che Amber Valletta indossa nella avd Jimmy Choo Cruise 2011 firmata da Ines Van Lamsweerde e Vinoodh Matadin. Non sono meno glamour gli altri quattro modelli: Kaia, con spirale in scamosciato leopardato e borchie a cupola; Starlit, con stelle silver oppure ottone e frangiato di suede; Sora, disponibile anche in versione pi alta e Siobahn, uno stivale di maglia a torciglione misto cachemire davvero morbido.
ugg of australia Jimmy Choo e Ugg

vendita stivali ugg Jimmy Choo borse di lusso biker bag estate 2013

yoox ugg Jimmy Choo borse di lusso biker bag estate 2013

Nel campo dell’alta moda, sono tante le maison che si dedicano alla creazione di incredibili accessori di lusso ma, tra quelli più amati dalle donne di tutto il mondo da un bel po’ di anni a questa parte ci sono sicuramente quelli firmati Jimmy Choo. Per l’estate 2013 il fashion brand ci delizia con le ultimissime proposte, must have luxury di stagione: le nuove Biker bag.

Jimmy Choo, una delle case di moda più amate dalle star, che sfoggiano scarpe di lusso e borse griffate dal marchio ad ogni occasione, suggerisce in vetrina per i mesi caldi una it bag dalle linee decise e di carattere. Il look biker, tornato in auge già da alcune stagioni, è ancora in gran voga. Piace perchè è uno stile grintoso ma iper femminile allo stesso tempo. Le Biker bag sono borse da giorno, hobo e tracolle morbide che si caratterizzano per il piglio rock e metropolitano grazie alle catene metalliche che vanno ad impreziosire i modellini cult.

L’attitude di queste borse da donna di lusso è energica e combattiva, per uno stile casual e cittadino, ma sono anche modelli estremamente pratici per la vita di tutti i giorni, capienti e realizzati in tessuti e materiali di qualità. Le Biker bag si ispirano agli ormai iconici stivali da motociclista targati Jimmy Choo. La pelle screpolata effetto metallizzato e le tre catene di palladio conferiscono alla borsa un tocco vintage super attuale. Sono disponibili nell’e shop ufficiale della maison, i prezzi partono dai 1200 euro e variano a secondo della fantasia o della nuance scelta. La più trendy? La biker bag in fantasia floreale, colorata, vivace e primaverile (3095 euro).
vendita stivali ugg Jimmy Choo borse di lusso biker bag estate 2013

ugg sito Jim Sturgess su Kristen Stewart

official ugg website Jim Sturgess su Kristen Stewart

Un film tra fashion e feticismo. stato descritto così The Big Shoe, film diretto da Steven Shainberg e prossimo progetto di Kristen Stewart. Protagonista delle pellicola sarà anche Jim Sturgess che, durante la promozione del suo ultimo film Upside Down, ha rilasciato un a MTV dove ha parlato anche del suo prossimo impegno. L ha dichiarato che il film si baserà principalmente sulla storia di un disegnatore di scarpe. Questo ragazzo è ossessionato dai piedi, quindi tutta l gira intorno al feticismo dei piedi e sulla realizzazione delle scarpe. Nel cast anche Elizabeth Banks che interpreterà una psicoterapeuta assunta dalla famiglia del ragazzo,
ugg sito Jim Sturgess su Kristen Stewart
che nell periodo ha perso il desiderio di realizzare scarpe; per questo motivo la famiglia gli trova anche una musa (Stewart) e Sturgess si innamorerà dei suoi piedi. Ovviamente Josh Horowitz non si è lasciato scappare l di domandargli della sua coprotagonista Kristen: Non l ancora incontrata, ma so che sarà emozionante. So chi è, ho visto alcuni dei suoi film, ha fatto Adventureland che mi è piaciuto moltissimo. E quando è saltato fuori il discorso sul piccolo incidente al piede di Kristen che l vista arrivare agli Oscar con delle stampelle l ha dichiarato scherzando: Stava facendo training al piede,
ugg sito Jim Sturgess su Kristen Stewart
lavorava sui muscoli.

infradito ugg Jennifer Lopez e Giuseppe Zanotti

ugg boots outlet online Jennifer Lopez e Giuseppe Zanotti

L’attesa è finalmente finita, sono state svelate ufficialmente le prime scarpe nate dalla collaborazione tra Jennifer Lopez e Giuseppe Zanotti, l’attrice e lo shoe designer si stimano reciprocamente ed hanno deciso di unire le forze per creare una capsule collection dal punto di vista di Jennifer, che le scarpe le ama e le indossa! Jennifer Lopez e Giuseppe Zanotti ci propongono delle calzature sexy e versatili che si possono indossare nelle occasioni importanti e speciali, ma anche nella vita di tutti i giorni.

Il modello cult è sicuramente il sandalo stivale che corre fino al ginocchio con un gioco di laccetti e fibbie e che è davvero super sexy, un modello disponibile in nero, grigio ghiaccio e in pitone. Se preferito un modello più sobrio c’è il sandalo con tacco alto e laccetti che copre solo la caviglia ed ha le fibbie un pelino più spesse. Bellissime anche le francesine con il tacco altissimo, abbiamo un modello in pelle dorata e martellata e con i laccetti, ed un altro più minimal in nero, elegantissimo e molto sexy.
infradito ugg Jennifer Lopez e Giuseppe Zanotti

ugg sito ufficiale italia Janet Janet calzature A

ugg ugg australia Janet Janet calzature A

Scatti in bianco e nero sensuali e squisitamente retrò, per una collezione moderna e vezzosa, frutto della creatività e dell’esperienza di A G Calzaturificio, che dal 1967 ha dato vita alla splendida linea di calzature Janet Janet. Per l’autunno inverno 2010 2011, protagonista della campagna è ancora una volta la splendida supermodel degli anni ’90 Eva Herzigova, che interpreta la femminilità della griffe, una donna forte e carismatica, dolce e ironica, ma con un istinto innato per la moda.

Le foto di Eva Herzigova per Janet Janet autunno inverno 2010 2011

Soffici cuissardes in pelle cerata abbinata a licra, con piccolo tacchetto da 2 cm,
ugg sito ufficiale italia Janet Janet calzature A
capaci di mixare il fascino della linea alla comodità della calzatura, oppure in suede con tacco 8, più femmininili e sensuali, o ancora stivali in morbido vitello con doppio cinturino incrociato all’altezza della caviglia, per un look strong e metropolitano. Per le amanti dello stile cowboy, Janet Janet non dimentica di aggungere alla sua collezione autunno inverno 2010 2011 anche il classico modello a punta, che indossa anche la splendida Eva Herzigova nella campagna.

Alternativa al classico stivale è il delizioso polacchetto con coulisse in pelle cerata e calza interna in licra, quello con cinturino incrociato o ancora il tronchetto con maxi bavero. Completano la collezione Janet Janet una serie di proposte in suede come la scarpa effetto patchwork, con occhielli o con doppio risvolto asimmetrico, o i vezzosi decolleté tempestati di borchiette.
ugg sito ufficiale italia Janet Janet calzature A

jumbo ugg boots James Rodriguez al Real Madrid

ugg turkiye James Rodriguez al Real Madrid

Anche quest’estate, il Real Madrid è riuscito a piazzare il colpo “galactico”. Dopo l’acquisto del gallese Gareth Bale, prelevato la scorsa estate dal Tottenham per la cifra record di 100 milioni di euro circa, la società campione d’Europa ha portato a termine un’altra operazione di mercato smisurata, acquistando l’attaccante colombiano James Rodriguez dal Monaco per una cifra pari a 75 milioni di euro.

Dopo aver contribuito al secondo posto conquistato dal club monegasco nella scorsa Ligue 1, che ha permesso l’immediato ritorno in Champions League dopo gli anni bui della Ligue 2, segnando 9 gol in 34 partite, James Rodriguez è definitivamente esploso grazie ai campionati mondiali di Brasile 2014.

Con la maglia della Colombia, infatti, l’attaccante 23enne ha segnato sei gol in cinque partite, conquistando la Scarpa D’Oro del Mondiale e portando la propria nazionale fino ai quarti di finale, dove ha perso per 2 1 contro i padroni di casa del Brasile.

La valutazione di Rodriguez, di conseguenza, non poteva non schizzare alle stelle, e il Real Madrid ha individuato proprio nel colombiano il colpo “galactico” di quest’anno.

Con i 75 milioni di euro sul piatto, James Rodriguez si è subito sentito un giocatore del Real Madrid, visto e considerato che giusto ieri l’attaccante ha avvisato il Monaco che non avrebbe preso parte al ritiro per la nuova stagione. Anche il tentativo del Barcellona di inserirsi nella trattativa, nonostante l’acquisto di Luis Suarez, non è andato a buon fine.

Di conseguenza, il Monaco ha ceduto il giocatore, ricavando comunque da quest’operazione una plusvalenza che definire notevole è un eufemismo: prelevato dal Porto un anno fa per una cifra pari a 40 milioni, il Monaco ha venduto Rodriguez per 75, con un guadagno quindi di ben 35 milioni.
jumbo ugg boots James Rodriguez al Real Madrid

ugg prezzi italia IV Il matrimonio nel folclore ebraico

ugg boots ebay IV Il matrimonio nel folclore ebraico

Il matrimonio nel folclore ebraicoOgni comunita’ ha sviluppato nel corso dei secoli dei propri Minnaghim (usi) e costumi, che in genere non contrastano con le norme stabilite dai maestri, ma che a volte si aggiungono e a volte vanno a colmare dei vuoti lasciati dalla legislazione gia’ codificata.

Lo scrupolo e l’attenzione con i quali i nostri padri hanno saputo conservare le proprie tradizioni, dimostra quanto esse fossero sentite presso il popolo ebraico.

I maestri hanno sempre difeso ed incoraggiato il valore degli usi locali, anche quando questi, a prima vista, potevano sembrare privi di una base logica.

Rabbi’ Shimon Bar Jokai soleva dire:Non cambiare gli usi di tuo padre.

Questo principio si ritrova gia’ nel libro dei proverbi:Ascolta figlio mio l’ammonimento di tuo padre e non abbandonare l’insegnamento di tua madre.

Il Rema’, autore delle aggiunte di rito askenazita allo Shulchan Aruch, cosi’ scrive:Non si deve annullare nessun uso, ne’ deriderlo, perche’ non furono stabiliti invano.

I Minnaghim sono diventati parte integrante nella vita degli ebrei. Durante i secoli, molti hanno trovato conforto e aiuto contro i pericoli esterni, grazie proprio all’osservanza di queste tradizioni.

Generalmente questi usi venivano tramandati oralmente da padre in figlio, di generazione in generazione. La grande ricchezza di tradizioni che riguardano il matrimonio trova la sua principale fonte nella bibbia. Ne abbiamo esempi dalla formazione della prima coppia umana, dal racconto di Eliezer servitore di Abramo, il quale chiese Rebecca in sposa per Isacco, dalla storia di Ruth e dal cantico dei cantici, da alcuni salmi di David e dal libro di Salomone. Anche gli avvenimenti della promulgazione del decalogo sul monte Sinai, in cui D o e’ paragonato allo sposo ed Israele alla sua sposa, hanno dato origine a molte usanze ancora oggi presenti nel matrimonio.

Ogni ebreo ha il dovere di continuare a conservare i propri Minnaghim, cosi’ come le leggi che a lui sono giunte, per poi trasmetterle alle generazioni future, come patto eterno tra D o ed il popolo ebraico.

Il periodo del matrimonio

Nella Mishnah troviamo gia’ stabiliti i giorni in cui i matrimoni dovevano essere celebrati. Per la donna vergine il mercoledi’, dato che il giorno seguente si riuniva il tribunale rabbinico e poteva quindi esaminare eventuali controversie che fossero sorte in campo matrimoniale; invece per la donna vedova o divorziata il giovedi’, in modo che il marito potesse rallegrarsi con lei almeno tre giorni, fino al sabato.

In alcune comunita’ vi e’ l’uso di iniziare le celebrazioni all’imbrunire del martedi’ e terminarle quando ormai e’ sera ed e’ gia’ iniziato il giorno successivo. Il motivo di cio’ trova il suo fondamento nel racconto della genesi, sulla creazione del mondo. Infatti sia nel terzo giorno che nel quarto troviamo scritto:E vide il signore che cio’ era buono.

In altre comunita’ usano celebrare le nozze il venerdi’ per lo stesso motivo precedente, ovvero:Cio’ che aveva fatto il signore era molto buono e fu sera e fu mattina e fu il sesto giorno.

Presso molte comunita’ askenazite era uso sposarsi il venerdi’ sul tramonto, in modo da poter organizzare il banchetto nuziale all’entrata del sabato. In questo modo si dava la possibilita’ anche ai poveri e ai forestieri di partecipare al convito nuziale e farli dunque gioire sia per la festa degli sposi che per quella del sabato.

In ogni caso il matrimonio non puo’ essere celebrato di sabato, perche’ lo sposo non faccia un kinian (acquisto) sposando sua moglie in questo giorno, ed anche perche’ e’ vietato aggiungere la gioia (del sabato) ad altra gioia (con il matrimonio). Per le stesse ragioni precedenti, il divieto sussiste anche nei giorni festivi e semifestivi.

E’ proibito inoltre celebrare il matrimonio nei giorni dell’Omer (compresi tra le feste di Pesach e Shavuot), ad esclusione del trentatreesimo giorno di questo periodo, in ricordo di gravi sciagure accadute al popolo ebraico durante il dominio romano.

Presso le comunita’ askenazite il divieto si interrompe con il trentatreesimo giorno, mentre in Italia il periodo e’ ancora piu’ corto, dal mese di jiar, (successivo a quello in cui si celebra Pesach) fino al trentatreesimo dell’Omer.

Il matrimonio infine non viene celebrato nel periodo intercorrente tra i due digiuni, dal diciassette di tamuz al nove di av, in ricordo dei luttuosi eventi avvenuti durante l’assedio babilonese (conclusosi con la distruzione del secondo tempio di Salomone e la deportazione del popolo ebraico).

In alcune comunita’ vige l’uso di non sposarsi durante il mese di marcheshvan in quanto l’inizio di questa parola, mar, ha il significato di amaro, triste.

Alcuni usano sposarsi con la luna piena, simbolo tradizionale di buon auspicio e di buon augurio.

Presso alcune comunita’ sefardite il matrimonio viene spesso celebrato durante la settimana che precede la festa di Sukkoth, per dare la possibilita’ agli sposi, una volta conclusa la settimana matrimoniale, di continuare ancora con sette giorni di gioia per la festa di Sukkoth. In questo sabato lo sposo e’ solito assistere alla lettura sacra del Pentateuco o a quella di testi profetici in segno di gioia vengono gettate caramelle e noci e cantati appositi salmi. I genitori degli sposi, cosi’ come i loro parenti, assistono alla lettura del pentateuco, anche se per loro non e’ un obbligo prioritario. Presso gli askenaziti la settimana che precede il matrimonio e’ chiamata pitu’m, abbondanza di cibi; vengono infatti preparati numerosi banchetti in casa dei genitori. Il giovedi’ precedente il matrimonio viene organizzata una festa particolare chiamata Seuda’t Sivlono’t (pasto dei doni), in cui lo sposo invia regali alla futura sposa ed anche ai parenti di essa. Questo uso trova la sua fonte nel racconto di Eliezer, il quale invia regali a Rebecca ed ai suoi familiari e li fa seguire da un convito.

Il giorno che precede il matrimonio la sposa viene accompagnata da parenti ed amiche sposate al Mikve’ per eseguire la Tevila’. In questa occasione le vengono ricordate le regole di purita’ matrimoniale e segue poi un abbondante pasto.

Prima del matrimonio gli sposi si recano al cimitero ed invitano, in senso allegorico, i propri cari scomparsi al loro matrimonio.

Preso gli ebrei di Roma, il giovedi’ sera precedente alle nozze, si fa una festa particolare in onore degli sposi, detta Mishmara’ (veglia). In questa cerimonia vengono serviti, fra le altre cose, cibi e dolci tradizionali. Vengono recitati vari brani della bibbia e, alla fine, viene impartita dai genitori una commovente benedizione sacerdotale. E’ uso che la mattina precedente a questa festa, gli sposi si rechino al cimitero a far visita ai defunti. Il giorno seguente alla Mishma’ra, la sposa viene accompagnata dalla mamma e da alcune amiche al Mikve’, al termine del quale le viene rilasciato un opuscolo con le regole fondamentali di purita’ e sacralita’ della famiglia. Il venerdi’ sera, all’uscita del tempio, i parenti si riuniscono, sia per celebrare la festa del sabato, che per onorare i futuri sposi e gioire con loro. Il sabato mattina le famiglie si recano di nuovo al tempio e lo sposo, suo padre e suo suocero assistono alla lettura della Torah, seguita da un Kiddush in loro onore.
ugg prezzi italia IV Il matrimonio nel folclore ebraico

ugg da uomo Italy’s banking sector still weighed down by bad debt and fewer loans

outlet ugg australia Italy’s banking sector still weighed down by bad debt and fewer loans

More deposits and fewer loans This is the Italian banking sector in a nutshell, according to figures from the Bank of Italy June, Italian bank loans to the private sector fell 1 compared to the same month a year earlier, after declining 1 in May In particular, loans to households rose 0 in June from the year earlier after contracting 0 in May, while loans to non firms declined an annual 1 after falling 1 in May

As for deposits and bonds, the data from Bank of Italy shows that private deposits rose 3 in June in May while the bond funding, including bonds held by the banking system decreased by 18 on annual basis in the previous month

In June main bank interest rates showed mixed trends for the retail and manufacturing sector Interest rates on consumer credit decreased from 8 in May to 8 in June On the other hand bank rates on loans for house purchases increased from 2 to 3 As for non corporations rates on bank overdrafts decreased from 4 in May to 4 in June Bank rates on loans up to million decreased as well, from 3 to 2 in June Bank rates on loans over million climbed from 1 to 1 in June loans continues to increase

Bad loans held by the Italian banking system continues to grow, despite signs of economic recovery

According to data published by the Italian Banking Association, in May 2015 bad debt was worth a total of billion, billion more than February 2015 This is mainly due to the long economic crisis and its effects The increased risk of bank loans caused the amount of gross bad debt to grow by billion compared to May 2014 ratio between bad loans and total bank loans is May 2015 was 10 was 8 the year before 2 at the end of 2007 The ratio reached 17 for small businesses was 15 in May 2014 7 at the end of 2007 17 for businesses was 14 the year before 3 at the end of 2007 and 7 for households was 6 in March 2014 2 at the end of 2007 bad loans of the Italian banking sector are mostly concentrated in the non business sector These alone account for billion In particular, according to 2014 data published by the Bank of Italy, the highest quota of bad loans is detained by the service industry billion Second comes the construction industry here bad loans total billion The manufacturing sector also absorbs a significant quote of total bad loans billion Households are responsible for billion in bad loans, while family businesses detain less, billion
ugg da uomo Italy's banking sector still weighed down by bad debt and fewer loans

how to clean ugg boots Italo Moscati

ugg beacon Italo Moscati

Da un attento osservatore dei fatti e misfatti dagli anni Sessanta fino ai giorni nostri una narrazione che parte dal miracolo economico e dalla dolce vita felliniana per approdare alla realtà plasmata dal mainstream. Il mainstream, il flusso più ampio: l’aggressività delle immagini e delle parole che inseguono o perseguitano, affascinando e irritando. Nel flusso personaggi e avvenimenti clamorosi, talvolta considerati irrilevanti. Carmelo Bene, Chet Baker, Julian Beck, Pier Paolo Pasolini, Andy Warhol, Michelangelo Antonioni, Mario Schifano, Gino De Dominicis, Jimi Hendrix, Stanley Kubrick, Philip K. Dick, Fabrizio De Andrè; e tanti altri rimasti nel ricordo o invisibili. L’albero della libertà non è più lo stesso. Sull’albero fiorivano eresie piccole o grandi, spesso decisive e durature, rifiutate dai poteri tradizionali e nuovi. L’albero delle libertà dava i frutti delle eresie. Idee, sensibilità, rivolte, esperienze. Vittorie. Sconfitte. Rami e foglie a fare da contrappeso ai venti delle omologazioni. E oggi? L’Autore ha tentato una ricerca per ricordare, raccontare, rilanciare;
how to clean ugg boots Italo Moscati
ha scritto un albero libro come un grande romanzo con grandi personaggi, noti e meno noti. Fatti e misfatti. Bagliori di storia e di storie, in un reticolo di intrecci e di avventure nel tempo in cui tutto sembra coinvolgere tutti. Le differenze esistono ma si scontrano o si dissolvono. Siamo i consenzienti, automatici sudditi nel regno dell’immagine unica e indistruttibile: quella delle televisioni e dei suoi contenuti fin dentro la moltiplicazione degli schermi elettronici, dai computer al cellulare, alla rapida invenzione di strumenti sempre più nuovi e sorprendenti, i social network. Nulla è perduto. Perché se non esistono le eresie foglie morte continuano ad esserci gli eretici. Le storie proposte da Moscati viaggiano nelle travolgenti avventure di artisti che producono nuove eresie, non catalogabili, spesso senza saperlo; e affrontano le inquisizioni felpate, nascoste, violente, che cercano di ostacolarle e di condannarle. Oggi più di ieri.

Sito realizzato da nois3lab utilizzando Drupal, cms open source.

Tutto lo sviluppo di questo sito è stato realizzato utilizzando esclusivamente software libero su piattaforma gnu/linux, per i materiali grafici sono stati utilizzati inkscape per le immagini vettoriali e the gimp per le immagini raster.

Effetti grafici ed interfaccia realizzata con il framework javascript jquery, si ringraziano tutti coloro che hanno fornito plugin per jquery e per drupal utilizzati in questo sito e la comunità open source tutta.

Per la navigazione del sito è consigliata una risoluzione minima di 1024x768px, è raccomandato l’uso di firefox web browser per godere appieno delle funzionalità e degli effetti realizzati. Il sito è stato testato con firefox2, firefox3, internet explorer 6, internet explorer 7, internet explorer 8, opera, safari,
how to clean ugg boots Italo Moscati
chrome.

ugg bottoni ItaliaOggi Sette

ugg palermo ItaliaOggi Sette

Prova ancora. Fallisci meglio. colpito molti dei miei Dopo Windows 10 l’avevamo capito anche noi. Antonio Satta. Il modello del futuro Il Foglio o La Verit Carlo De Benedetti. Michele Serra. il venerd Noi abbiamo bisogno di riconquistare un sentiment per il paese che sia pi fiducioso di s come il barone di M che tirandosi su per i capelli riusc a scavallare la palude. Piero Fassino ex sindaco di Torino a Un giorno da pecora. Radio Rai1. Le parole hanno perso il controllo dei fatti. I talk show lo dimostrano ampiamente. D’altronde era chiaro. Era ovvio. Massimo Bucchi. il venerd Renzi si sente Macron? Fondi un partito suo e lasci libera la sinistra. Goffredo Bettini, eurodeputato Pd ed ex braccio destro di Veltroni. l’uomo di Nusco, ad andare con Berlusconi, non ci pensa proprio. Radunando i fedelissimi a Napoli, l’ha detto chiaro e tondo. con Berlusconi e Salvini. Il primo, tra l’altro, mi diceva che ero vecchio quando avevo settant’anni. Ora che ne ho novanta, sembra pi vecchio lui di me. Tommaso Labate. Di questo laborioso nullismo con convincenti virtuosismi da avanspettacolo indiscusso campione Bersani. Paolo Guzzanti. Il Giornale. pensabile che un cittadino decida di regalare tre immobili al Comune perch non riesce a pagare le tasse che gravano su di essi? successo nel pieno centro di Belluno al proprietario di tre locali commerciali, che ha deciso di liberarsene, dopo aver inutilmente tentato di venderli o di affittarli e non riuscendo pi a sopportare, oltre alle spese di manutenzione, il carico di Imu, Tasi, Irpef, addizionale comunale Irpef, addizionale regionale Irpef e probabilmente anche Tari. Serve un esempio pi lampante per comprendere che bisogna invertire nettamente la rotta in tema di tassazione immobiliare? La legge di bilancio l’occasione per iniziare a fare qualcosa, introducendo la cedolare secca per i negozi. Conobbe mia madre che era avventizia, oggi diremmo precaria, nello stesso ufficio. Si sono sposati e hanno messo al mondo sei figli. Io sono il primo. Andrea Vitali, scrittore. (Antonio Gnoli). la Repubblica. Roma, negli anni Sessanta e Settanta, era molto pi bella, pi vuota, gigantesca: una strada era una strada, una piazza budupum era uno sfracello di piazza. Per strada, c’era gente solo all’ora in cui s’entrava e usciva da lavoro. Il turismo di massa non esisteva. Pap parcheggiava davanti al Pantheon. Luca Zingaretti. (Candida Morvillo). Non vigila le grandi banche sistemiche. Si dovrebbe occupare proprio di quelle pi piccole, come la Vicenza. Eppure i suoi dipendenti sono rimasti a quota 6.885. Per fare un paragone la Bank of England, oltre alla Brexit, si deve occupare della sua sterlina, dei tassi di interesse e di un mercato finanziario e bancario decisamente pi grande del nostro. Riesce a farlo con 3.983 dipendenti. Nicola Porro. Svaghi onesti, la fameia, i tosi, i veci, fede in Dio, mutuo rispeto, pace e bona volont Lavorar con atension, con impegno, in dignit Buon guadagno e cuor contento, vita agiata, ma el risparmio xe sempre necessario par formar la propriet Sempre usar moderasion, toleranti co’ la zente, boni amissi solidali nela gioia e nel dolor. Andar drio par la so strada, no’ far ci par niente, no’ badarghe ai fanfaroni, ai busi ai mestatori. Sempre pronti ai so doveri, far valer i so diriti, e difender tutti uniti patria, vita e libert Non forse questo, Matteo, che i veneti come te e come me hanno fatto valere col referendum? I nostri diritti. Te la vuoi prendere anche con tuo nonno, adesso? Stefano Lorenzetto, scrittore politico. La Verit felicit mi spaventa, preferisco l’emozione. Tullio Pericoli, pittore. (Antonio Gnoli). Te lo chiedi davanti all’esibizionismo frigido e impudico delle levigate ragazze di D specchiandoti nei lucenti metalli e cristalli delle arterie ricostruite, davanti ai lingotti d’oro adagiati nelle vetrine della banche, nelle abbazie perdute tra le foreste della Franconia sacra, dove i cavalieri di pietra, le mani giunte sul petto, dormono da mezzo millennio in cappelle ai cui soffitti pendono laceri strafarei bianchi e neri? Paesaggio con rovine. Maurizio Ferraris, L’imbecillit una cosa seria. Ho seminato tanto l ma non ho raccolto. Eravamo tutti poveri, sono diventati tutti ricchi. Tranne me. Perch non sono comunista. Ero l’unico cabarettista democristiano. Maurizio Milani, scrittore satirico. (Michela Ravaliso). non si era ancora spento, ma erano gli anni del dopoguerra, macilenti e spopolati. giovani emigravano, nei paesi restavano solo vecchi e ragazzini con le facce gi adulte Marco Cicala. il Venerd pi del matrimonio fa sentire pi soli i coniugi. Roberto Gervaso. Il Messaggero. Riproduzione riservata
ugg bottoni ItaliaOggi Sette