ugg canada leggi che cos’è e come si calcolano le aliquote

ugg fucsia leggi che cos’è e come si calcolano le aliquote

L’Iva (Imposta sul Valore Aggiunto) è la più importante imposta indiretta in vigore nel nostro Paese e serve per assoggettare a tassazione il consumo dei beni e dei servizi.

In Italia la sua disciplina è quasi interamente contenuta nel relativo Testo Unico, ossia il decreto del Presidente della Repubblica 633 del 1972. La disciplina Iva è regolata a livello comunitario da dettagliate direttive, la VI direttiva CEE del 1977 e seguenti, allo scopo di rendere omogenea l’imposizione indiretta in tutta l’Unione Europea. L’Iva in Italia fu introdotta al posto della Ige (Imposta Generale sulle Entrate).

L’Iva è un’imposta generale sui consumi, che colpisce solo l’incremento di valore che un bene o un servizio acquista ad ogni passaggio economico (valore aggiunto), a partire dalla produzione fino ad arrivare al consumo del bene o del servizio stesso. Attraverso un sistema di detrazione e rivalsa (addebito), l’imposta grava completamente sul consumatore finale mentre per il soggetto passivo d’imposta (l’imprenditore e il lavoratore autonomo) rimane neutrale.

Infatti, il soggetto passivo d’imposta, che è colui che cede beni o servizi, può detrarre l’imposta pagata sugli acquisti di beni e servizi effettuati nell’esercizio d’impresa, arte o professione, dall’imposta addebitata (a titolo di rivalsa) agli acquirenti dei beni o committenti dei servizi prestati.

L’Iva pertanto rappresenta un costo solamente per i soggetti che non possono esercitare il diritto alla detrazione e quindi, in generale, per i consumatori finali.

Nell’imposta sul valore aggiunto occorre quindi distinguere il contribuente di fatto (il consumatore finale), che pur non essendo soggetto passivo dell’imposta stessa ne sopporta l’onere economico (o come si usa dire, è inciso dall’imposta) e il contribuente di diritto (di norma un imprenditore) su cui gravano tutti gli obblighi del soggetto passivo d’imposta, ma per il quale l’imposta stessa è dal punto di vista economico neutrale.

Esistono tre condizioni che devono essere rispettate perché un’operazione sia assoggettata ad Iva:

presupposto oggettivo: deve trattarsi di una cessione di beni o di una prestazione di servizi rientrante tra quelle previste dalla normativa;

presupposto soggettivo: le operazioni di cui al punto precedente devono essere effettuate nell’esercizio di imprese, arti e professioni.

Si noti che a partire dal momento impositivo dell’operazione decorrono i

termini previsti dalla legge per adempiere agli obblighi contabili,

come l’emissione della fattura o, se previsto, dello scontrino o della

ricevuta fiscale. Inoltre, in linea generale, a partire dal momento

impositivo delle operazioni l’imposta stessa diviene esigibile e il

soggetto passivo sarà tenuto a versarla all’Erario tramite leImponibili: quando soddisfano tutte le condizioni di cui sopra e quindi devono essere assoggettate all’imposta;
ugg canada leggi che cos'è e come si calcolano le aliquote