sito ugg ufficiale Meglio cambiare canale

ugg adirondack Meglio cambiare canale

Da trentacinque anni l della cucina italiana negli States (incontrata ieri pomeriggio durante l Best in Sicily) vive a Firenze e da allora non ha mai smesso di amarla e di raccontare agli americani una storia di vita che va oltre i sapori: Toscana dice avuto inizio il mio personale Rinascimento. Qui ho conosciuto mio marito, l della mia vita, e sono letteralmente impazzita per la cucina regionale italiana Non c in quegli anni libri interessanti su questo argomento. scritto allora a Jiulia Child, che ha fatto conoscere la vera cucina francese agli americani, chiedendole dei consigli su quale fosse l pi giusto nei confronti di quella italiana. Jiulia mi consigli di studiare con un cuoco ed io l fatto. Rimanendo sempre fedele alla tradizione italiana e alla bont dei suoi ingredienti: cucina italiana molto diversa da quella italo americana. Gli italoamericani cercano spesso delle scorciatoie, invece gli americani che si avvicinano alla cucina italiana, diventano ancora pi appassionati dei primi perch per loro il prodotto di qualit non un ricordo, ma una nuova conoscenza In America pu capitare di vedere cambiati gli equilibri delle torte codificate nei secoli. Una cassata, ad esempio, pu diventare una torta a tre piani. Si potrebbe parlare di una inclinazione al barocco che sfiora il parossismo. emigranti italiani spiega la Willinger che arrivarono in America non erano chef, ma persone molto povere e con poche possibilit anche dal punto di vista gastronomico. Questo il motivo per cui quando hanno potuto permettersi la carne, hanno trasformato le polpettine in una maxi polpetta. Quando invece hanno potuto fare una torta, l fatta a tre strati. Potremmo dire che hanno preso l come una vera musa ispiratrice Agli italiani piace molto parlare di cibo e di vino. Oggi alcuni chef conducono trasmissioni televisive e sono diventate delle star mediatiche. Cosa pensa del moltiplicarsi dei programmi di cucina? Rimane a pensare alcuni istanti,
sito ugg ufficiale Meglio cambiare canale
poi dice: questi programmi orribili. Non c nulla con la vera cucina. Io non sono mai riuscita a vedere una sola puntata di MasterChef. Queste trasmissioni, secondo il mio parere, non trasmettono alle persone una vera passione per la cucina. E soltanto puro intrattenimento, la cucina un cosa

In effetti stiamo vivendo una fase storica in cui il valore di cosa mangiamo e cosa beviamo ha assunto nuove valenze anche grazie alla comunicazione. Cosa accadr viene da chiedersi, tra dieci anni? Siamo destinati alla globalizzazione del piatto?: credo che accadr Siamo sempre pi proiettati verso un cibo di nicchia. Questo boom di grande visibilit aiuta ad aprire nuovi spazi e a dare nuovo slancio alle riflessioni perch il cibo o il vino sono sempre figli di un contesto senza il quale non potrebbero esistere. Prendiamo il vino siciliano. La prima azienda che ho conosciuto stata Regaleali. Il vecchio conte mi fece conoscere i vitigni siciliani. Poi ho conosciuto le altre aziende. Prima, ad esempio, il Cerasuolo di Vittoria era prodotto soltanto da Giusto Occhipinti, adesso molto conosciuto anche all come del resto i vini dell La conoscenza del vino, per imprescindibile dalla storia del territorio in cui viene prodotto La Sicilia spesso fa notizia per la sua incapacit di fare sistema. Qual la sua opinione al riguardo?: che le criticit riscontrate in Sicilia non siano dovute alla sua incapacit di fare sistema, come spesso sento dire, ma alla mancanza di infrastrutture. Andare da Agrigento a Siracusa davvero un impresa. Come mai non c un treno veloce che funzioni alla perfezione? Per questo motivo, come ho scritto recentemente in un mio articolo, penso che la Sicilia sia un vero e proprio continente difficile da girare Parliamo delle eccellenze enogastronomiche di questa terra. Se potesse dare un premio a chi lo darebbe? Sicilia davvero difficile decidere a chi dare un premio perch c una materia prima eccezionale,
sito ugg ufficiale Meglio cambiare canale
ma se devo seguire il mio cuore darei un premio a Pino Cuttaia. Nicola enumerava fra gli ingredie.