ugg zoccoli Foto e storie dall’accampamento dei profughi nell sede delle Poste

ugg mayfaire Foto e storie dall’accampamento dei profughi nell sede delle Poste

I migranti, probabilmente per timore, omettono di riferire diverse informazioni. Come ad esempio se in quel luogo abbiano dormito anche dei bambini e delle donne visto che sono stati visti dei giocattoli, o chi sia stato ad indirizzati in quel luogo o al Silos appena arrivati a Trieste. Khsim, l’afghano che racconta di vivere da parecchio tempo tra il Silos e la Stazione. quando i compagni si lasciano andare a qualche dettaglio in più, li redarguisce con lo sguardo e li invita, per sicurezza, a non fornire troppi dettagli.Sono in Italia da 2 anni racconta in un buon italiano . Dall’Iran sono passato in Turchia e poi a piedi ho percorso la Grecia, la Macedonia e poi Serbia, Croazia e Slovenia per poi arrivare in Italia. Sono stato a lungo a Senigallia,
ugg zoccoli Foto e storie dall'accampamento dei profughi nell sede delle Poste
continua lavoravo per un pakistano che aveva una fabbrica di scarpe da donna. L’uomo, sorridente e affabile malgrado la situazione di estremo disagio che sta vivendo, dice di essere a Trieste da 5 giorni. Qua la notte dormiamo in dieci, poi sulle scale si mette altra gente racconta . Io domani (oggi, ndr) vado a rinnovare il permesso di soggiorno, afferma facendo vedere la fotocopia di un suo documento.

Sono persone che probabilmente non vogliono farsi identificare e vogliono vivere così, commenta don Alessandro Amodeo, direttore della Caritas . Se avessero bussato alle nostre porte avrebbero trovato certamente un aiuto visto che in questo momento a Trieste nel sistema di accoglienza ci sono persino dei posti liberi e c’è un leggero calo anche nel l’afflusso alla mensa di via dell’Istria. Vicino a via Sant’Anastasio peraltro continua ci sono la struttura di San Martino al Campo, la sede Ics e anche la parrocchia dei clarettiani, una tra le più sensibili e attente a queste forme di disagio. Una rete dunque che oltre ad un posto dove dormire potrebbe fornire loro anche vestiario,
ugg zoccoli Foto e storie dall'accampamento dei profughi nell sede delle Poste
cibo e la possibilità di farsi una doccia.