ugg slipper Frattura composta base del v metatarso

ugg prezzi Frattura composta base del v metatarso

Salve, il 12 Ottobre scorso, giocando a pallone ho preso una buca al pronto soccorso, dopo apposita radiografia, hanno riscontrato una frattura alla base del V metatarso piede sinistro.

Tutto questo in ospedale, nelle mani di uno specializzando che inizialmente mi ha messo uno strato di gesso sotto il piede con una fasciatura sopra. Dopo tre giorni, non convinto di questa fascia sono andato da uno specialista che mi ha detto che per questo tipo di frattura occorreva lo stivaletto gessato. Via quindi allo stivaletto!!

Io per motivi di lavoro ho fatto la seconda radiografia a 15 gg circa e non vi era nemmeno l’inizio di comparsa del callo osseo, anzi rispetto alla prima radiografia dove si vedeva una impercettibile linea (la frattura), nella seconda lastra , si vedeva proprio un solco.

Il medico mi ha detto che era normale, che dovevo avere pazienza e che la seconda lastra era solo una proiezione diversa della prima ( a me per sia alla prima che alla seconda radiografia mi hanno fotografato il piede nelle stesse identiche posizioni).

E’ possibile questa differenza tra le due radiografie?

Inoltre volevo sapere se era normale una completa assenza di callo osseo a 15 giorni dal gesso e se una volta tolto il gesso potevo sostituirlo con una fasciatura stretta e la scarpa TALUS in modo tale da poter rientrare a lavoro.

Inoltre mi sorge una curiosit con la scarpa TALUS avr sempre bisogno delle stampelle o posso tranquillamente farne a meno?Il trattamento della frattura della base del 5 metatarso pu essere effettuato in vari modi, dei quali sicuramente il pi diffuso lo stivaletto gessato; la valva che era stata applicata in PS non penso sia stata una iniziativa dello specializzando, che era l per affiancare l’ortopedico titolare. Questo almeno il percorso che abbiamo fatto tutti.

Per venire alle domande: normale che dopo 15 gg la frattura sia pi visibile perch sono cominciati i processi di riparazione che comprendono un rimaneggiamento dell’osso in corrispondenza della frattura. Spesso si esegue un controllo dopo 10 gg nei casi in cui non si certi della presenza di una rima di frattura proprio perch dopo questo intervallo di tempo consente di evidenziarla meglio. Non so perch Lei abbia fatto la radiografia a 15 gg, visto che nessuno l’aveva prescritta: si sottoposto inutilmente a delle radiazioni ionizzanti. Se stato prescritto il controllo rx a un mese vuol dire che non c’ bisogno di fare raggi prima.

E’ normale che non si veda il callo osseo sia perch sono passati pochi giorni sia perch la presenza del gesso non consentirebbe comunque di apprezzare una eventuale riparazione iniziale.

Le due radiografie avrebbero la stessa proiezione se sovrapponendole le ossa risultassero tutte perfettamente allineate. Evento quasi impossibile per una serie di fattori dipendenti dalla posizione del paziente, dall’altezza dell’apparecchio, dal grado di incidenza dei raggi, ecc.

Non so perch voglia usare la scarpa talus: una volta che la frattura consolidata, rimosso il gesso, user le sue scarpe, a meno che lo specialista in base alle radiografie non decida diversamente.”3 radiografie nell’arco di un mese e a distanza di 15 20 giorni ” non creano di per s problemi. Il mio rilievo si riferiva al fatto che comunque le radiografie presentano un rischio dovuto alle radiazioni ionizzanti, rischio che si pu affrontare se a fronte c’ un reale beneficio. Se invece si fanno senza motivo ovvio che i “costi” superano i benefici.

In genere io preferisco rimuovere il gesso e poi fare la radiografia, perch si pu apprezzare meglio l’evoluzione della frattura, ma se il Suo ortopedico Le ha prescritto di fare l’Rx due giorni prima la pu fare tranquillamente.

come le avevo precedentemente scritto, giorno 18 Novembre ho tolto il gesso. La radiografia il dottore ha detto che era molto positiva, (” processi riparativi in evoluzione” questa la diagnosi) ma mi ha detto di usare le stampelle per altri 15 giorni di cui 7 senza carico e 7 con carico iniziale del 10%.

Io sono nella seconda settimana e il piede risponde bene, solo che a volte caricando sempre in modo parziale sento come delle piccole scosse ia nel tallone che al centro del piede e a volte anche nel punto di frattura.

Volevo sapere a cosa erano dovute queste piccole scosse, se all”assestamento di nervi o cosa, se erano normali questi dolori e se ultimata questa settimana potevo abbandonare le stampelle o no.

E’ possibile che le sensazioni fastidiose/dolorose che sente siano normali, ma senza visita non possibile dirLe nulla di sicuro.

Sui tempi di abbandono delle stampelle immagino che il Suo ortopedico Le abbia detto di pi bisogna vedere se quando Le ha detto “7 con carico iniziale del 10%” intendeva dire che per tutti i 7 gg deve caricare al 10% o se invece doveva caricare all’inizio al 10% e poi progressivamente di pi

“Processi riparativi in evoluzione” vuol dire che la consolidazione procede bene ma non completa. Per solo vedendo le rx e visitandoLa si possono prevedere tempi e modi del carico. Con i soli elementi di cui disponiamo non riusciamo ad autorizzare il carico.

Una volta che la frattura viene dichiarata consolidata il paziente guarito e quindi pu camminare liberamente (per salti, corsa, calci,
ugg slipper Frattura composta base del v metatarso
ecc ci vuole il parere dell’ortopedico). E’ proprio per questo che l’ortopedico ha prescritto le stampelle. Veda di chiarire con l’ortopedico i tempi di carico e se occorra un ulteriore controllo clinico radiografico.