ugg milano del Taj Mahal

ugg socks del Taj Mahal

Dopo tanto grigio, dopo le ombre cupe che si muovevano rapide nei villaggi di fango (erano bestie o persone?), avevamo bisogno di luce. E quasi ci ha accecati, quella del Taj Mahal. Era stato un lungo viaggio, dal Rajasthan all Pradesh. Lasciata Jaipur al mattino, avremmo dovuto percorrere circa 250 chilometri. Purtropponell del Nord il tempo è dilatato, le strade non sono asfaltate e sono occupate da tori e bufali che si aggirano liberamente. Un villaggio dopo l siamo arrivati ad Agra poco prima del tramonto, l migliore per ammirare il Taj Mahal, la meraviglia dell Per quanto uno se l da sempre e lo veda in fotografia, non è mai paragonabile alla bellezza del mausoleo dal vivo. Il Taj Mahal è l più straordinario che io abbia mai visto, puro,candido, dalle proporzioni perfette. Solo l poteva disegnare qualcosa di così speciale.

Lo immaginavo come una piccola bomboniera, una costruzione poco più grande di una tomba. Invece è un mausoleo mastodontico alla realizzazione del quale lavorarono circa 20mila persone provenienti non solo dall ma anche da altri paesi dell centrale. Il Taj Mahal brilla, è pulito come se fosse nettato ogni giorno, più volte al giorno, in ogni suo interstizio. Le suole delle scarpe non possono toccare il pavimento circostante, la piattaforma di marmo sul quale poggia la struttura. E così è necessario togliere le proprie scarpe, oppure utilizzare i soprascarpe che sono inclusi nel prezzo del biglietto per gli stranieri.

Lo si intravede fin dall quando, superata la sicurezza, svetta in fondo oltre la grade porta. Il Taj Mahal, però, non è l costruzione di questo grande sito. Ci sono i giardini ornamentali, disposti secondo il modello classico moghul del charbagh: una zona quadrata percorsa da piccoli canali d perpendicolari tra loro. In quello centrale, quando le fontane non sono in funzione, si può ammirare come lo abbiamo visto nei libri di scuola il Taj Mahal riflesso nell La piattaforma in marmo da cui si innalza il mausoleo permette al Taj Mahal di avere il cielo come unico sfondo per un colpo d eccezionale. Al di là, quando si fa il giro dietro alla struttura, c il fiume Yamuna. Ogni angolo della piattaforma ha un minareto bianco di oltre 40 metri di altezza. Sono stati costruiti con una leggera pendenza verso l cosicché, in caso di terremoto, non sarebbero crollati sul Taj Mahal. C poi la moschea di arenaria rossa a ovest dell principale che rappresenta un importante luogo di aggregazione e di preghiera per la comunità musulmana di Agra. A est c un edificio gemello, che si specchia nella moschea: è il jawab e la sua costruzione servì per mantenere la simmetria del complesso.

Da bambina avevo un costume di carnevale che era il mio preferito. Bianco lucido, quasi cangiante in sfumature lilla. Troppo rigido, come tutti i travestimenti che sanno sempre di finto. Eppure ne andavo pazza. Forse per il suo copricapo. Sulla scatola c scritto Principessa araba di Baghdad, lo ricordo bene, ma quel cappello alto e spumoso,
ugg milano del Taj Mahal
bianco con le impunture argenteeera proprio come la cupola del Taj Mahal. Una grande meringa perfetta. E io immaginavo di essere la Principessa del Taj Mahal, quella per cui era stato costruito il palazzo. E la triste storia, più o meno, la conosciamo tutti. Fu eretto per volere di Shah Jahan in memoria della sua seconda moglie, Mumtaz Mahal, morta mentre dava alla luce il loro quattordicesimo figlio. Poco dopo la fine dei lavori, Shah Jahan fu detronizzato dal figlio e rinchiuso in prigione nel forte di Agra, in cui morì, potendo almeno ammirare tra le sbarre, fino alla fine dei suoi giorni,il suo capolavoro. Tra le varie leggende che si sono tramandate, c quella del Taj Mahal nero che sarebbe stato progettato da Shaha Jahan per creare la copia in negativo del mausoleo. Avrebbe dovuto essere costruito al di là del fiume Yamuna e ospitare le sue spoglie.

Come visitare il Taj Mahal il complesso è chiuso il venerdì, perciò attenzione a come organizzate il vostro viaggio. Il sito è aperto dal sabato al giovedì dall al tramonto. Per arrivare all bisogna percorrere circa un chilometro e mezzo nei giardini esterni che sono molto sporchi. L degli escrementi dei cammelli dà quasi alla testa, soprattutto nelle giornate calde. Per evitare di camminare lì in mezzo, vi consigliamo di prendere un veloce mezzo economico, come un risciò o un Gli ni per entrare al Taj Mahalpagano 20 rupie e la fila per arrivare al blocco della sicurezza è molto lunga e lenta. Gli stranieri hanno una corsia preferenziale, ma l costa 750 rupie (poco più di 10 euro). E troverete ad accogliervi il Taj Mahal proprio di fronte a voi.

Quando visitare il Taj Mahal la città di Agra purtroppo, come Delhi, è spesso inglobata in una fitta nebbia, soprattutto al mattino presto. Se volete visitare il Taj Mahal all fatelo solo nella bella stagione, perché d sarà quasi impossibile scorgerlo. La nebbia di solito si alza dopo le 11 del mattino. L migliore è indubbiamente iltramonto. E possibile visitare il sito anche di notte, nelle cinque serate precedenti e successive al plenilunio. In quest caso il numero dei visitatori ammessi è limitato e i ticket devono essere acquistati il giorno prima della visita presso l Survey of India che è noto come il Taj Mahal Office.

Da dove ammirare il Taj Mahal non è sempre possibile accedervi, ma se riuscite a farvi accompagnare da una guida, andate sull sponda del fiume Yamuna, dove si trova il parco moghul Mehta Bagh. Noleggiate un offrendo 100 rupie (meno di un euro e mezzo) e, dalla sponda meridionale, spingetevi in acqua. Se avete in programma una visita all Fort, ammirerete anche da lì il Taj Mahal ma in fotografia riuscirete a immortalarlo solo se avete un valido zoom. Prendete qualcosa da bere al Saniya Palace Hotel che ha un caffè sul tetto che guarda verso il Taj Mahal. Scattate le due foto di rito: quella in cui sembra che tocchiate con il dito la punta della cupola del Taj Mahal e quella in cui il mausoleo si riflette nell del canale.

Se percorrete la strada che da Jaipur vi porta ad Agra, o viceversa, chiedete al vostro driver di fare una sosta nel villaggio di Abhaneri, nello stato no del Rajasthan. E qui che si trova un gioiello dell che risale al VII secolo. Si chiama Chand Baori ed è un pozzo a gradini profondo 13 piani o livelli fino a trenta metri di profondità, ove poi si trova l Lo volle il re Chand di Abhaneri, da cui il nome, che in questo modo risolse il problema dell nei mesi di siccità. Il gigantesco pozzo raccoglieva e conservava l e con i 3500 gradini si poteva scendere a recuperare quella in profondità nei periodi più caldi dell Inoltre, era possibile abitare all del pozzo per cercare un po di refrigerio. Si racconta che il pozzo di Abhaneri baori è il nome del pozzo nell occidentale sia stato costruito in una sola notte dagli spiriti. Di sicuro qualcosa di magico c Ero statacatapultata in un disegno di Escher. del nord
ugg milano del Taj Mahal