ugg e bay Delibera 6 febbraio 2012

ugg au Delibera 6 febbraio 2012

1. Sono approvati i modelli delle pagelle scolastiche per i licei, gli istituti tecnici e gli istituti professionali in lingua tedesca, italiana e ladina della Provincia autonoma di Bolzano di cui agli allegati da A1 fino ad A4. Esse entrano in vigore, nell’anno scolastico 2011/2012 per le prime classi, nell’anno scolastico 2012/2013 per le prime, seconde e terze classi, nell’anno scolastico 2013/2014 per le prime, seconde, terze e quarte classi e a partire dall’anno scolastico 2014/2015 per tutte le classi.2. Le pagelle devono essere redatte nelle due lingue. A seconda che le pagelle siano rilasciate da un istituto scolastico in lingua rispettivamente tedesca o italiana, al primo posto figura il testo in lingua rispettivamente tedesca o italiana. Negli istituti scolastici delle località ladine è riportato anche il testo ladino.3. I modelli delle pagelle, di cui al punto 1, saranno messi a disposizione delle istituzioni scolastiche. La stampa delle pagelle avviene a cura delle istituzioni scolastiche stesse e deve corrispondere ai modelli allegati alla presente deliberazione. Le istituzioni scolastiche compileranno le parti a sfondo grigio. La numerazione è facoltativa.4. Le deliberazioni della Giunta provinciale dd. 14/04/2009, n. 1034, e dd. 25/05/2009, n. 1388, sono revocate, a partire dal 01/09/2014, nella parte concernente i modelli delle pagelle ivi contenuti negli allegati da B1 a B4, da C1 a C4 e da D1 a D4. Tali modelli restano in vigore: nell’anno scolastico 2011/2012 per le seconde, terze, quarte e quinte classi, nell’anno scolastico 2012/2013 per le quarte e quinte classi e nell’anno scolastico 2013/2014 per le quinte classi. Le deliberazioni della Giunta provinciale dd. 14/04/2009, n. 1034, e dd. 25/05/2009, n. 1388, sono revocate,
ugg e bay Delibera 6 febbraio 2012
a partire dal 01/09/2012, nella parte concernente i modelli dei diplomi di qualifica degli istituti professionali ivi contenuti negli allegati da E1 ad E4 e i relativi certificati integrativi ivi contenuti negli allegati da F1 a F4.5. Il primo e secondo periodo del comma 3 dell’articolo 6 dell’allegato alla deliberazione della Giunta provinciale dd. 12/10/2009, n. 2485, sono sostituiti dai seguenti periodi: “Il Consiglio di classe, riunito per le finalità di cui al comma 1, è presieduto dal/dalla dirigente scolastico/a o dal/dalla suo/a vicario/a o da un insegnante della classe delegato/a dal/dalla dirigente scolastico/a. Quali membri di diritto fanno parte del Consiglio di classe i docenti delle discipline e degli ambiti interdisciplinari e i docenti di sostegno assegnati alla classe.”6. Il primo e secondo periodo del comma 3 dell’articolo 13 dell’allegato alla deliberazione della Giunta provinciale dd. 12/10/2009, n. 2485, sono sostituiti dal seguente periodo: “Il Consiglio di classe, riunito per le finalità di cui al comma 1, è presieduto dal/dalla dirigente scolastico/a o dal/dalla suo/a vicario/a o da un insegnante della classe delegato/a dal/dalla dirigente scolastico/a.”7. Il secondo periodo del comma 5 dell’articolo 15 dell’allegato alla deliberazione della Giunta provinciale dd. 12/10/2009, n. 2485, è sostituito dalla seguente frase: “In caso di parità di voti, prevale il voto del/della presidente.”8. Il comma 3 dell’articolo 7 dell’allegato alla deliberazione della Giunta provinciale dd. 04/07/2011, n. 1020, è sostituito dal seguente: “3. Le sedute di scrutinio possono aver luogo, tenuto conto delle esigenze organizzative della scuola, immediatamente prima della conclusione del relativo periodo di valutazione o prima della fine dell’anno scolastico. Il calendario degli scrutini viene definito dal/dalla dirigente scolastico/a e inserito nel Piano di attività. Gli scrutini intermedi e finali sono presieduti dal/dalla dirigente scolastico/a o dal/dalla suo/a vicario/a o da un insegnante della classe delegato/a dal/dalla dirigente scolastico/a. In caso di assenza di un docente, membro del Consiglio di classe, questi deve essere sostituito con un altro docente di altra classe, preferibilmente della stessa disciplina.”9. L’ultimo periodo del comma 5 dell’articolo 9 dell’allegato alla deliberazione della Giunta provinciale dd. 04/07/2011, n. 1020, è sostituito dal seguente: “In caso di parità di voti prevale il voto del/della presidente.”10. Le Intendenze scolastiche sono autorizzate ad adattare i modelli indicati al 1 punto ed i modelli di cui alle deliberazioni della Giunta provinciale dd. 14/04/2009, n. 1034, e dd. 25/05/2009, n. 1388, ancora in vigore,
ugg e bay Delibera 6 febbraio 2012
alle modifiche di legge.