ugg boot clearance n santo n eroe

ugg store online n santo n eroe

Sono ancora vivide nei ricordi dei tifosi interisti le immagini di Mino Raiola sotto gli uffici della Saras e quelle degli emissari del club russo FC Anzhi Makhachkala, colpevoli, il primo, di aver portato via Balotelli e Ibrahimovic, i secondi di aver indotto Eto a suo di milioni, a lasciare la sponda neroazzurra di Milano.

Anche all di quella splendida notte madrilena che incoronava l regina d i tifosi interisti hanno dovuto assistere, loro malgrado, ad un via vai di procuratori dalla sede di Corso Vittorio Emanuele, tutti intenti a chiedere pi o meno velatamente, ritocchi di ingaggio per i propri assistiti, neocampioni d

Invero, la figura del procuratore percepita come minacciosa anche da altre parti se vero, come vero, che lo stesso Raiola, dopo aver portato Ibra al Real e poi al Milan, lo inviava notte tempo all della Tour Eiffel, portandosi dietro anche Thiago Silva, con buona pace o forse no dei cugini milanisti. Se vero, come vero, che il capital futuro De Rossi ha siglato il suo rinnovo con la Roma solo dopo una trattativa del suo agente durata un anno e pi

Oggi pi di ieri, complice la crisi economico finanziaria che ha investito il Paese e, con esso, il sistema calcio, i tifosi devono a malincuore fare l alle improvvise dipartite dei campioni pi amati; e spesso si individua nel procuratore l di tutti i mali ed il responsabile di operazioni di mercato difficili da digerire.

Anche per questo, oggi pi di ieri, appare particolarmente interessante la figura del procuratore sportivo che ha assunto un ruolo di fondamentale importanza nella negoziazione dei contratti tra giocatori e societ di calcio ovvero tra diverse societ

Pressoch sconosciuta sino agli anni la figura professionale del procuratore ha sub nell decennio un rapidissimo sviluppo che si spiega, evidentemente, con la sempre crescente difficolt e complessit della contrattazione sportiva e con la conseguente esigenza di competenze e preparazione pi specifiche: oggi, infatti, diversamente dal passato, l dei contratti dei calciatori non limitato alla sola regolamentazione delle prestazioni sportive del calciatore stesso in favore del club di appartenenza, ma ricomprende anche altri aspetti, particolarmente delicati sotto il profilo economico giuridico, legati allo sfruttamento dei diritti d dell

Proprio in considerazione del suo progressivo affermarsi, il ruolo del procuratore sportivo e l da esso svolto hanno sollecitato l delle istituzioni del calcio che, sia a livello nazionale sia a livello internazionale, hanno avvertito la necessit di un intervento normativo, finalizzato a regolamentare la figura del procuratore, il suo contesto operativo, i suoi ambiti di competenza e le ipotesi di responsabilit

In particolare, la F Internationale de Football Association (FIFA) si dotata di un proprio Regolamento che, oltre a dettare specifiche regole, funge anche da documento programmatico di riferimento per le Federazioni nazionali aderenti alla FIFA, le quali sono tenute ad attuarlo e farlo rispettare, all emanando propri regolamenti.

In esecuzione di quanto specificamente previsto dall 1 del Regolamento Agenti della FIFA, la Federazioni Italiana Giuoco Calcio (FIGC) ha adottato un proprio Regolamento Agenti di Calciatori, il quale ha la finalit di disciplinare degli agenti di calciatori in possesso di una licenza rilasciata dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio o da altra federazione nazionale ed operanti in ambito nazionale ed internazionale fine di comprendere in che cosa esattamente si sostanzia l dell dei calciatori conviene muovere dalla analisi delle norme dettate dal codice civile in materia di agenzia e, segnatamente, dall 1742 cod. civ., dal cui tenore si evince che l colui che assume di promuovere la conclusione di contratti In termini generali, si pu affermare che il core business dell dei calciatori consiste nella individuazione di nuove opportunit di lavoro per il proprio assistito e nella assistenza alla fase di negoziazione e conclusione del contratto, anche se, sempre pi frequentemente, l offre al proprio assistito un servizio di pi ampio ventaglio, svolgendo anche attivit non propriamente riconducibili al contratto di agenzia.

Pur essendo un libero professionista senza vincoli associativi nei confronti della FIGC, l superato l di idoneit ed ottenuta la relativa licenza per effetto della iscrizione alla Commissione Agenti obbligato a rispettare le norme della FIFA e della Federazione nazionale di riferimento che ne regolamentano l dovendo, in difetto, rispondere del proprio operato dinanzi agli organismi federali incaricati della valutazione del comportamento tenuto, ai fini della comminazione di provvedimenti di carattere disciplinare.

Sotto il profilo operativo, l pu curare gli interessi di un calciatore o di una societ di calcio solo dopo avere ricevuto un incarico scritto, che deve essere redatto su moduli appositamente predisposti dalla Commissione Agenti, conformemente alle indicazioni della FIFA. In mancanza di diversa espressa indicazione,
ugg boot clearance n santo n eroe
il mandato del calciatore all si reputa conferito in via esclusiva; non pu avere durata superiore a due anni e non pu essere tacitamente rinnovato. il calciatore ovvero, per conto di questo, la societ di appartenenza dello stesso) nonch le modalit di corresponsione del compenso concordato. In applicazione del generale principio di autonomia contrattuale di cui all 1322 cod. civ., le parti possono liberamente determinare il compenso dell che comunque calcolato base del reddito lordo annuo del calciatore compresi eventuali compensi straordinari una tantum dovuti alla firma del contratto ma esclusi benefits, premi a punto o bonus che non siano certi. Diversamente, laddove il compenso non sia stato determinato dalle parti, all sar dovuta una somma pari al 3% del compenso annuo lordo del proprio assistito.

Nell del Regolamento Agenti dei calciatori della FIGC vi sono, poi, le norme che disciplinano le ipotesi di risoluzione e revoca del mandato, essendo riconosciuta alle parti la facolt di interrompere il rapporto consensualmente ovvero per iniziativa unilaterale, ipotesi quest che si pu verificare ove intervengano, nel corso del rapporto, circostanze che non ne consentono la serena prosecuzione.

La revoca dell all deve avvenire con un preavviso di trenta giorni e pu essere accompagnata dall di versamento di una somma di denaro a titolo di penale, laddove la revoca stessa non sia sostenuta da giusta causa.

Alla facolt di revoca per il calciatore (o per la societ corrisponde un pari diritto di recesso per l che espone quest al risarcimento dei danni in favore dei propri assistiti, se il recesso non assistito da giusta causa.

Particolarmente interessante la parte del Regolamento Agenti (art. 19) destinata alla specifica individuazione dei diritti e degli obblighi dell in quanto la norma delinea il confine dell dell e ne stabilisce il contenuto.

A tale riguardo, appaiono rilevanti, anche in considerazione delle sanzioni che dal loro mancato rispetto possano derivare, le disposizioni che vietano all di contattare un atleta che sia gi assistito da altro agente; quelle che impongono all l di compiutamente il calciatore delle trattative che ha in corso, del significato delle clausole contrattuali, delle informazioni in suo possesso sullo stato e le prospettive di carattere finanziario, amministrativo, tecnico sportivo ed organizzativo della societ con la quale il calciatore intende stipulare il contratto di prestazione sportiva quelle, ancora, che impediscono all di avviare una trattativa con una societ senza il previo consenso scritto della societ con la quale il giocatore sotto contratto, salvo che nei sei mesi antecedenti la scadenza del contratto stesso. conflitto di interessi, anche solo potenziale: la ratio che presiede un divieto cos rigido ed ampio risiede nel carattere fiduciario che contraddistingue il rapporto tra agente e calciatore. Onde evitare che l soggettivo della fiducia possa essere minato e possa incrinare la prosecuzione stessa del rapporto, il Regolamento vieta all lo svolgimento della sua attivit ogni qual volta essa implichi, anche solo in potenza, un conflitto di interessi.

Si assiste oggi ad un sempre crescente accesso al calcio professionistico di atleti molto giovani, alcuni dei quali non ancora maggiorenni.

Proprio con riferimento a situazioni di tal genere, il Regolamento, recependo norme di carattere generale, specifica che l che deve essere gratuito, all debba essere sottoscritto dal calciatore ed anche da coloro che ne esercitano la potest genitoriale, specificando, inoltre, che tale incarico cessa alcun diritto per l qualora entro il termine di 120 giorni il calciatore non stipuli effettivamente un contratto di prestazione sportiva come professionista con una societ

Cos come rigide sono le norme che disciplinano la professione di agente dei calciatori, altrettanto rigide sono le sanzioni cui l pu incorrere se si rende responsabile di comportamenti non aderenti alle regole di condotta nazionali ed internazionali che ne disciplinano la professione.

Al riguardo, il Regolamento prevede espressamente una serie di sanzioni che, se del caso, possono essere comminate anche congiuntamente che vanno dalla censura e deplorazione, sino alla revoca della licenza o, addirittura, al divieto di partecipare a qualsiasi attivit nell del mondo del calcio.

Se appare intuitivo che quella di agente dei calciatori una professione estremamente dinamica e potenzialmente molto remunerativa, deve essere altrettanto chiaro che il suo svolgimento implica una ottima conoscenza delle dinamiche giuridiche ed economiche legate alla negoziazione di contratti che possono presentare anche aspetti particolarmente complessi.

Sono queste le ragioni per cui l alla professione di agente di calciatori estremamente difficoltoso: la prova di idoneit che si svolge in Italia elaborata dalla FIFA e dalla FIGC, e consiste in una serie di domande e complessi casi pratici finalizzati a testare le conoscenze del candidato sulle norme che presiedono il funzionamento degli organismi nazionali ed internazionali (FIGC e FIFA) e che disciplinano i rapporti giuridici che coinvolgono societ di calcio, atleti ed agenti.

L della normativa di riferimento, sintetica per ovvie ragioni, consente per di riportare su un piano pi umano la figura del procuratore sportivo.

Perch se vero che ne arriva uno che porta via Ibrahimovic e Balotelli, altrettanto vero che ce n anche un altro che porta ad Appiano Gentile Palacio e Cassano.

Con buona pace dei tifosi juventini e milanisti. O forse no!

Luigi Ammirati esercita la professione di avvocato tra Roma (sede principale in Via Prestinari n. 15) e Milano (sede secondaria) ed specializzato in diritto civile, con spiccata attitudine, tra l al diritto dei contratti, al real estate, alla intermediazione e alle figure affini, alla tutela dei diritti della personalit e al diritto delle successioni.

Ricercatore universitario nell Tor Vergata di Roma e docente di istituzioni di diritto privato presso altre istituzioni, Luigi Ammirati ha superato a settembre, al primo tentativo, la prova di idoneit per agenti di calciatori ed organizza a Roma, presso il suo studio, corsi pratici e teorici per la preparazione all agenti dei calciatori della FIGC.
ugg boot clearance n santo n eroe